Dove aprire un conto corrente

Come scegliere la nostra nuova banca? Quali sono gli aspetti da considerare per decidere dove aprire un conto corrente? Per individuare la soluzione più conveniente bisogna innanzi tutto capire quali sono le proprie esigenze e poi valutare alcune caratteristiche dei vari istituti di credito e dei prodotti che offrono (costi, rendimenti e qualità dei servizi).

Come scegliere la nuova banca

Non è semplice dare una risposta secca alla domanda “dove aprire un conto corrente?”: la scelta del nuovo conto è il risultato di un processo che prevede diversi passaggi. Innanzi tutto bisogna capire cosa si vuole dal nuovo conto: ognuno può avere delle aspettative o delle esigenze diverse (c’è chi vuole avere la possibilità di operare online, chi invece non ha molti soldi e vuole un conto a zero spese, chi invece preferisce il contatto diretto in filiale o vuole avere a disposizione degli strumenti di trading e così via).

Una volta individuato il proprio profilo e i propri obiettivi da risparmiatore si può iniziare a valutare le caratteristiche delle proposte delle varie banche per capire dove conviene aprire un conto corrente. In linea di massima si può dire che i fattori da prendere in considerazione sono i costi, i servizi e la redditività. I costi sono probabilmente l’aspetto a cui una gran parte delle persone dà la maggiore importanza: bisogna informarsi bene sulla presenza e sull’entità di costi fissi (ad esempio i bolli governativi o i canoni annui) e di costi variabili (quelli legati alle varie operazioni che si effettuano).

I fattori da considerare quando si apre un conto corrente

Non vanno assolutamente sottovalutati i servizi che possono essere inclusi quando si apre il nuovo conto: c’è chi si può accontentare dei servizi di base (prelievi al bancomat, trasferimento di denaro tramite bonifico e cose del genere), ma c’è anche chi può volere di più, dalla domiciliazione delle utenze fino alla carta di credito, ai servizi di trading e così via. L’altro aspetto da valutare con attenzione è la redditività del conto: il parametro da considerare in questo caso è il tasso di interesse attivo, ma bisogna assicurarsi anche sul tempo di giacenza minimo necessario affinché si possano generare gli interessi.

Insomma, le cose da tenere a mente non sono poche e per scegliere dove aprire un conto corrente è molto importante avere la possibilità di fare un confronto tra le diverse soluzioni proposte dai vari istituti di credito. Grazie al web questa attività di paragone è diventata molto più semplice: nel giro di pochi minuti è infatti possibile ottenere tutte le informazioni necessarie per poter individuare la banca che offre il conto corrente più adatto a noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *