Come aprire un conto corrente

Chi non ha una certa dimestichezza con le banche o con i loro servizi online può avere dei dubbi su come aprire un conto corrente: si tratta di un’operazione abbastanza semplice, anche se il procedimento può essere leggermente diverso in base all’istituto o alla modalità di sottoscrizione scelti (si può scegliere di andare direttamente allo sportello, di fare tutto online o, in alcuni casi, di aprire il conto tramite telefono).

I requisiti necessari e il confronto tra le offerte

Al di là delle piccole differenze che ci possono essere, i passaggi fondamentali dell’intera procedura sono sempre gli stessi. Prima di aprire un conto corrente bisogna però accertarsi di avere i requisiti necessari (bisogna aver compiuto 18 anni, non si deve essere iscritti nel libro dei protesti e non bisogna essere stati oggetto di fallimento), poi bisogna capire quale può essere la soluzione più adatta al proprio profilo, confrontando le varie tipologie, i costi, i vantaggi e gli svantaggi delle varie opzioni proposte dalle banche; in questa fase può essere molto utile il web, visto che è possibile navigare tra i siti comparatori e le pagine ufficiali degli istituti di credito per raccogliere tutte le informazioni necessarie per fare un confronto.

La procedura e i tempi di attivazione

Dopo aver scelto il prodotto più adatto si può proseguire con l’apertura vera e propria. Innanzi tutto è necessario leggere con estrema attenzione le condizioni del conto e il foglio illustrativo. Poi si può procedere con la firma del contratto, che va consegnato al personale della banca insieme ad una fotocopia del proprio documento di identità e del codice fiscale (in alcuni casi la banca può richiedere un’ulteriore documentazione). Se si procede con l’apertura del conto online il sistema di identificazione del nuovo correntista è un pochino diverso: alcune banche fanno eseguire un bonifico di prova, altre fanno seguire la procedura RID e altre ancora utilizzano altri metodi. Ad ogni modo l’operazione non è complicata e basta seguire le istruzioni durante la procedura guidata per poterla portare a termine con successo e senza grandi problemi.

Le differenti modalità di identificazione possono incidere anche sui tempi di apertura del conto: se si decide di aprire un conto corrente in filiale, il prodotto sarà operativo praticamente da subito, mentre se si sceglie la procedura online bisognerà attendere che la banca abbia verificato l’identità del suo nuovo cliente. I tempi sono molto più rapidi per chi desidera aprire un conto corrente che non concede la possibilità di scoperti (la banca con una soluzione del genere non corre alcun rischio e non ha bisogno di effettuare una valutazione del merito creditizio del cliente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *