Come aprire un conto corrente postale

Ormai da qualche anno anche Poste Italiane mette a disposizione dei propri clienti quei servizi che prima erano di competenza esclusiva delle banche: in questa piccola guida vedremo come aprire un conto corrente postale, quali sono le possibili opzioni disponibili e quali sono i motivi per cui si dovrebbe scegliere di affidarsi proprio a Poste Italiane.

Conto corrente postale: alternative e procedura di apertura

La procedura per aprire un conto corrente postale è davvero molto semplice: è infatti sufficiente recarsi presso un ufficio postale portando il codice fiscale e un documento di identità; come i conti correnti delle più moderne banche, anche i conti postali permettono di gestire il proprio denaro sia recandosi allo sportello fisico che utilizzando il sito web o l’applicazione per smartphone. Tra le operazioni possibili ci sono l’accredito dello stipendio o della pensione, la domiciliazione delle utenze per il pagamento delle bollette, la possibilità di prelevare e fare acquisti pagando con la carta BancoPosta, l’opportunità di richiedere il Fido.

Prima di sottoscrivere il contratto bisogna valutare bene quale tipologia di conto corrente postale di intende aprire: chi ha bisogno di un prodotto standard può optare per il Conto BancoPosta di base, che offre i servizi essenziali di incasso e pagamento, con un canone annuo di 30 euro che include la carta Postamat e un preciso numero di operazioni, mentre chi vuole uno strumento più completo dovrebbe scegliere il Conto BancoPosta, che offre un’ampia gamma di servizi (tra cui quelli di internet e mobile banking, le informative, le notifiche e gli alert) e che al costo di 4 euro mensili (azzerabili) include anche la nuova Carta BancoPosta, la possibilità di gestire il conto tramite App BancoPosta e di sfruttare gli sconti acquistando con la carta presso i negozi fisici e online che hanno aderito all’iniziativa.

Ovviamente se si vuole aprire un conto corrente postale cointestato è necessario che allo sportello si rechino entrambi gli intestatari e ciascuno di loro deve portare la propria documentazione. L’impiegato delle Poste fornisce tutta la documentazione necessaria per l’apertura del conto, che dovrà essere firmata in sua presenza; dopo aver siglato tutti i fogli necessari il conto sarà attivo nel giro di pochissimi secondi e per completare l’operazione bisognerà fare il primo versamento. Chi ha delle esigenze particolari può anche arricchire il proprio conto aggiungendo dei servizi (ad esempio polizze assicurative ai prodotti di investimento e risparmio).

I vantaggi del conto BancoPosta

Perché una persona dovrebbe scegliere di aprire un conto corrente postale? Per prima cosa si può dire che le Poste sono praticamente ovunque, quindi in ogni località sarà possibile trovare un punto di riferimento fisico e un Postamat dove poter effettuare prelievi gratuitamente; bisogna poi aggiungere che con il Conto BancoPosta si hanno a disposizione senza costi aggiuntivi servizi come l’home banking. Tenendo conto di questi principali vantaggi e dopo aver confrontato le condizioni proposte da Poste Italiane con quelle applicate da altri istituti di credito il cliente potrà decidere se il conto corrente postale è adatto alle sue esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *